Giovanni Rinaldin
ingegnere civile

Curriculum Vitae

  • PhD in ingegneria civile – strutture
  • coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei e mobili
  • Master di II livello in ingegneria sismica

Alvise Rinaldin
ingegnere edile

Curriculum Vitae

  • professionista antincendio, codice M.I. TV03809I00663
  • coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei e mobili

Remo Rinaldin
architetto

  • pianificatore urbanista
  • coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei e mobili
  • professionista antincendio, codice M.I. TV00170A00006

Venezia, 31 luglio 1973. L’architetto Rinaldin (al centro della foto) si laurea in architettura alla presenza dell’architetto Carlo Scarpa (a destra, con gli occhiali), dell’ing. Bacci (alla sua sinistra con gli occhiali), di fronte l’architetto Giuseppe Davanzo da Ponte di Piave (visto di lato, con gli occhiali)

Laurea magistrale in architettura presso l’IUAV di Venezia  nel luglio 1973 con una tesi sulla progettazione di complesso universitario alla Giudecca.

Esame di stato per l’esercizio della professione di architetto, sostenuto a Venezia nel  dicembre 1973.

Iscritto al n° 170 dell’Ordine Architetti di Treviso dal 26 settembre 1974, esercita la libera professione dal 1975.

Dopo il tirocinio di un anno presso lo studio dell’arch. Gualtiero Vendrame da Oderzo, dal 1976 ha prestato la sua opera nel campo della progettazione edilizia ed urbanistica nonchè consulenza tecnica e peritale, senza soluzione di continuità per la committenza privata e pubblica, operando nel territorio delle provincie di Treviso, Venezia e Belluno.

Ha redatto il Piano Regolatore Generale di Casale sul Sile, Silea e San Biagio di Callalta, redatto Varianti generali e parziali del Piano Regolatore nei Comuni di Cappella Maggiore, Monastier di Treviso, S. Lucia di Piave, Villorba, Zenson di Piave, Calalzo di Cadore (BL), Caorle (VE), nonché numerosi strumenti attuativi nei Comuni di Oderzo, San Pietro di Feletto, Conegliano, Villorba (TV) ed Eraclea (VE).

In concorso con altri professionisti è stato incaricato della progettazione e direzione lavori di alcune opere pubbliche, tra cui un fabbricato di 48 alloggi (1976) a Castelfranco Veneto per lo IACP – ora denominato ATER di Treviso, l’ampliamento del municipio di Silea (1984), una palestra comunale polifunzionale (1989) a Cessalto, il restauro di Ca’ Spineda in Treviso – allora sede della Cassamarca (1985), l’ampliamento delle Scuole Elementari (1995) di Zenson di Piave, un centro sociale (1998) a Mansuè (TV).

Ha fatto parte di Commissioni edilizie in vari Comuni e dal 1979 al 1983 ha fatto parte della Commissione consultiva in materia di Lavori pubblici presso il Genio Civile di Treviso (L.R. 13 settembre 1978 n° 57).

Specializzazioni

  • Master di specializzazione sulla Valutazione di impatto ambientale ‘VIA’, organizzato da Ordine degli architetti di Treviso e Istituto Universitario di architettura di Venezia, nel 1997-1998;
  • Corso per Coordinatore in fase di progettazione/esecuzione dei lavori di 120 ore ex D. Lgs. 494/96, Ordine Architetti di Treviso, Treviso-Tecnologia azienda speciale della CIIAA di Treviso, 1997;
  • Corso di Restauro di 120 ore sugli immobili oggetto di tutela ex D. Lgs. 490/1999, Fondazione Architetti Treviso e Soprintendenza per i Beni architettonici e per il paesaggio del Veneto orientale, 2002-2003;
  • Corso sulla Qualità nello studio professionale di architettura di 30 ore, 1° livello, Fondazione architetti Treviso, 2004;
  • Corso su Valutazione ambientale strategia ‘VAS’ di ore 75, Fondazione Architetti Treviso, Politecnico di Milano e IUAV di Venezia, 2005

Attestati

Pubblicazioni

ARCHITETTI VENETI

“Recupero del complesso di immobili compresi tra via XX Settembre, via Marcatelli e Refosso” a Conegliano (TV), piano e progetto.
Volume I°, pagine 186-189, Edizioni  Biblioteca dell’immagine Pordenone 1993

Procedure per garantire la qualità della prestazione

Dal 2001 lo studio ha inteso migliorare i processi principali, che alimentano il funzionamento e l’efficienza del servizio:

  • la gestione della documentazione;
  • la gestione delle risorse umane;
  • la gestione del rapporto col cliente;
  • la gestione dell’acquisizione di beni e servizi all’esterno;
  • la gestione degli strumenti di lavoro.

Inoltre, a posteriori della fornitura dei servizi al cliente, si tende a mettere in atto un’attività specialistica del Responsabile volta a:

  • la misurazione del grado di soddisfazione del cliente;
  • la gestione delle visite ispettive interne;
  • la gestione delle non-conformità riscontrate (azioni correttive e azioni preventive).

Dal settembre 2005 lo studio ha incaricato un amministratore di sistema della struttura informatica, responsabile in particolare della sicurezza delle informazioni e di eseguire sistematicamente backup periodici dei dati.